Film impossibile da recensire, in chiave “normale”. Perché non si può non partire da due pregiudizi, quello del credente o quello del non credente. Critici e commentatori normalmente equidistanti e distaccati, molto accreditati, non hanno resistito al sentimento, al coinvolgimento, sì, al pregiudizio. La Passione è stato definito pulp, horror, e via dicendo. Vanno rilevati, prima di tutto, l’attesa e il marketing. In tutta la storia del cinema mai un film ha generato tanta attesa, da Via col vento a Ben Hur, da Otto e mezzo a Schindler’s List. Un’attesa certamente buona e benemerita, al di là di tutto. Lo si deve a Gesù, personaggio eccezionale, magari divino. Guardato al microscopio della filologia, dei vangeli, della Storia eccetera il film presenta… solo errori: il linguaggio, le omissioni, questi troppo cattivi, quelli troppo buoni, l’eccesso di violenza, i pesi del racconto, la parte di croce orizzontale, la croce intera, i buchi prefabbricati, l’invenzione del diavolo.


CREW & INFO

Regista: Mel Gibson
Generi: Drammatico, Storia
Produzione: Icon Productions
Anno: 2004
Durata: 127
Nazione: IT,US

uscita italiana
1 Gennaio 1970


CAST
Claudia Gerini
Claudia Procula
Rosalinda Celentano
Satan
Fabio Sartor
Abenader
Hristo Shopov
Pontius Pilatus
Luca Lionello
Judas Ischarioth
Mattia Sbragia
Kaiphas
Francesco De Vito
Simon Peter
Christo Jivkov
Johannes

TRAILER & VIDEO