Alvin Superstar E-mail

Un film di Tim Hill. Con Jason Lee, David Cross, Cameron Richardson, Jane Lynch. Uscita Italiana: 18 Gennaio 2008. Recensione di Stefano Monteduro

Il musicista Dave Seville trasforma gli scoiattoli canterini Alvin, Simon e Theodore in pop star sensazionali, mentre il trio fuori controllo gli devasta la casa, gli distrugge la carriera e stravolge completamente la sua vita un tempo ordinata. A peggiorare le cose si aggiunge un produttore discografico che spremerà sino all'osso il talento e le energie, che appaiono interminabili ma non lo sono, dei tre scoiattolini. Tra una relazione sentimentale di Dave, e il concetto di famiglia la confusione e i cliche del genere la fanno, totalmente, da padroni.

C'è davvero poco da dire su questo successone (a livello di dollaroni) che ha spopolato oltreoceano. É certo che da un film per ragazzi, sarebbe meglio dire per bambini, non ci si può aspettare grandi cose, ma di tanto in tanto, questo assioma del cinema, potrebbe anche essere smentito (cosa impossibile a livello scientifico). Inizindo a guardare questa trasposizione ci si sente, momentaneamente, coinvolti dall'atmosfera che ricalca, anche se in chiave moderna, quella che era la classica situazione-storia del cartone animato. Sfortunatamente, dopo neanche mezzora, il film inizia ad appesantirsi e non propone, in assoluto, niente di nuovo e di piacevole, ne dal punto di vista delle gag, ne dal punto di vista della storia. Una serie di eventi largamente prevedibili (tipico comportamento da cartone animato) stufano, senza dubbio, lo spettatore adulto e anche il giovane che va al cinema speranzoso di rivivere le atmosfere che tanto lo appassionavano da ragazzo. É prevedibile che un giovane o un adulto che assiste a un film così privo di eventi particolari e frizzanti, così privo di umorismo che non scada nelle solite puzzette e caccole, finisca per sentirsi insoddisfatto della trasposizione e giudicare il film infantile. Questa è senza dubbio una delle peggiori cose, ma non l'unica, che si percepiscono dalla visione del film.

Poco da dire c'è anche sull'animazione che non è ad altissimi livelli, certo un quelche miglioramento rispetto a Garfiled si è visto, ma dopo spettacoli visivi come i vari blockbuster ai quali abbiamo assistito di recente è difficile giudicare in maniera del tutto positiva il lavoro di animazione e modellazione di questo Alvin Superstar. L'unica cosa che mi ha davvero incantato, ma non è niente di nuovo, sono le fantastiche musiche cantate dai tre scoiattoli con quelle tenerissime voci e quei tenerissimi occhi che, chiaramente, riescono a compiere il loro intento di intrattenere il pubblico per quei pochi minuti di esibizione che sono presenti nel film.

Insomma, Alvin Superstar non rappresenta niente di nuovo ne in riferimento ai personaggi creati circa cinquanta anni fa, ne in riferimento al cinema di genere animato. Se avete amato i tre scoiattolini canterini vi consiglio di riprendere un qualche DVD o una qualche VHS e riguardarveli in versione cartoon, se provate ancora lo stesso divertimento e se siete soggetti, ancora, alle loro caratteristiche potete anche andare al cinema, ma non vi aspettate chissa cosa.
(É doveroso precisare che il mio consiglio è indirizzato ai giovani e non certo ai bambini che indubbiamente (almeno spero) apprezzeranno il film)

Qui trovate il Trailer in Italiano del Film