La Ragazza del Mio Migliore Amico: Recensione di Riccardo Balzano
Tank svolge una professione particolare: tenta di far riconciliare coppie sfaldate su richiesta del partner maschio. Porta infatti la donna a cena fuori e fa in modo che l'appuntamento non vada a buon fine cosicchè la poveretta cerchi consolazione tra le braccia dell'uomo che ha appena lasciato. Quando però è il suo migliore amico, Dustin, a chiedergli di aiutarlo nel conquistare una collega di cui è invaghito, la situazione degenera. Tank s'innamorerà infatti, ricambiato, della bella Alexis.

Atipico tentativo, questo del semi-sconosciuto (nonostante i ben undici film alle spalle) Howard Deutch, di rinnovamento della commedia romantica. Sembra proprio che la crisi del genere sia dovuta alle ripetitive dinamiche drammatiche reiterate col timbrino di sceneggiatura in sceneggiatura, insieme all' esagerata carica sentimentale (perchè altrimenti si chiamerebbero proprio commedie "romantiche"?). Deutch dunque rielabora a modo suo il genere, e crede che il turpiloquio possa fare da giusto contrappeso ai "cinguetii" affettuosi e la volgarità da cacografia sostitutiva dell'eleganza calligrafica che il genere rosa ha sempre prediletto. Il risultato è più o meno il seguente: una parolaccia in più per un sussurro amoroso in meno, una mossa sgarbata per ogni bacio scambiato. Il trio protagonista è senza dubbio azzeccato: Dane Cook, "Casanova" burbero e affascinante, Kate Hudson, una neo-Alice intrappolata nel mondo delle meraviglie (quelle della commedia), sprovvista di mezzi per accedere ad altri generi, e soprattutto Jason Biggs, perennemente costretto al ruolo di impacciato scemo dall'ormai lontano "American Pie". Dunque se l'intento di Deutch era quello di riequilibrare un genere sprofondato ormai in una leziosaggine fine a se stessa, fallisce clamorosamente, scadendo, all'opposto, si in una riformulazione degli stilemi propri della commedia rosa, ma eccessiva e vertiginosa, che per due ore gira su se stessa, dopo aver annientato crudelmente le proprie "radici" con le quali, di conseguenza, non ha modo di riconciliarsi. E Tank a questo punto non può fare più niente.